Criminali di statura

On May 21, 2010, in Pensano gli altri, by Ferdinando Monte


Chi ha peggiori prospettive nel mercato del lavoro ha maggiori incentivi a compiere attività illegali (tutto comincia dal premio Nobel Gary Becker con “Crime and Punishment” nel 1968). Inoltre, l’altezza sembra essere positivamente associata al successo nel mercato del lavoro (l’abbiamo discusso qui). Bodenhorn, Moehling e Price (2010) ne traggono le conseguenze e mostrano l’associazione inversa tra statura e propensione al crimine.

Tagged with:
 

Di quanto il carcere scoraggia il crimine?

On May 2, 2010, in Pensano gli economisti, by Ferdinando Monte

Dell’1,3% per ogni mese trasformato da pena corrente a pena futura. Ma che significa?

“The Deterrent Effects of Prison: Evidence from a Natural Experiment”, di Francesco Drago, Roberto Galbiati e Pietro Vertova; Journal of Political Economy, Vol.117, n. 2, Aprile 2009.

In linea teorica, il carcere può ridurre i tassi di criminalità  per due ragioni: un effetto meccanico ed un effetto deterrente. La riduzione meccanica avviene perché l’incarcerazione toglie dalla circolazione persone con una più alta propensione a commettere crimini. La deterrenza avviene perché l’aspettativa della punizione riduce l’incentivo a commettere un atto illegale.

Continue reading »

Tagged with:
 
Web Statistics Increase your website traffic with Attracta.com