Quanto costa un gelato?

On May 31, 2010, in Pensiamo noi, by Andrea Asoni


Il gelato è una dolce tradizione italiana alla quale è difficile rinunciare. Una tradizione che ha prezzi diversi a seconda della città in cui ci si trova. Secondo un articolo del Corriere i milanesi in particolare sembrano pagare più degli altri italiani per questa prelibatezza. L’articolo inoltre suggerisce, attraverso diverse dichiarazioni raccolte tra gelatieri di tutta Italia, l’esistenza di un prezzo “corretto” del gelato fondamentalmente determinato dal costo di produzione, uniforme in tutta Italia.

Due brevi commenti. Anzitutto se anche il prezzo fosse unicamente determinato dal costo di produzione ciò non implicherebbe un prezzo uniforme su tutto il territorio italiano. Due componenti importanti del costo di produzione, costo della manodopera e soprattutto il costo degli affitti, variano notevolmente sul territorio. Affittare un locale ad Isernia non ha lo stesso prezzo che a Milano.
In secondo luogo il prezzo non dipende solo dall’offerta, dal costo di produzione, ma anche dalla domanda. In particolare all’aumentare della domanda, a parità di tutto il resto, il prezzo di mercato di un determinato bene sale.

Come misuriamo la domanda per i gelati? Una prima approssimazione della domanda è data dal PIL pro capite. All’aumentare del reddito solitamente la nostra domanda per diversi beni sale (per alcuni più che per altri). Nel grafico si vede la chiara relazione positiva tra il prezzo di un chilo di gelato (dati Confconsumatori) e il PIL pro capite (dati Censis) per le città italiane per cui mi è stato possibile trovare tali dati. Più il reddito medio per individuo sale, più il prezzo al chilo per il gelato è alto.

Il fatto che questa relazione sia visibile anche in un campione limitato come il nostro, per dei dati disaggregati come questi (ovviamente più andiamo nello specifico più le circostanze particolari del singolo prodotto sono importanti rispetto alla relazione pur esistente tra offerta e domanda) e soprattutto nonostante la completa mobilità di prodotti e fattori di produzione in Italia è testimonianza di quanto questa relazione sia importante.

Questa è una delle forze fondamentali dietro molti fenomeni che osserviamo. Non vale solo per i gelati ma anche per gli affitti, per pranzi ai ristoranti, per il costo di un taglio di capelli. È parte del motivo per cui un Big Mac costa di più in Norvegia rispetto all’India.

Tagged with:
 

3 Responses to “Quanto costa un gelato?”

  1. Marcello Miccoli says:

    Bel post! Quando avevo letto questa notizia avevo pensato di fare un commento sul sito del Corriere…

  2. Fabio says:

    Complimenti.
    Ottimo post che quoto a pieno. Finalmente si parla di prezzi e di economia in modo scientifico e senza cadere in demagogie inutili.
    Dovrebbe lavorare per il Ministero dell’Economia, e spiegare qualcosa ai soloni dell’Agenzia delle Entrate.

    Saluti

  3. 94Virgie says:

    Hi admin, i must say you have very interesting content here.
    Your website can go viral. You need initial traffic boost only.
    How to get it? Search for; Mertiso’s tips go viral

Leave a Reply to Marcello Miccoli



Web Statistics Increase your website traffic with Attracta.com